ho ritrovato in garage un vecchio smartphone HTC Touch Dual del 2007, windows mobile 6.1, touchscreen rotto ma il resto funzionante.

per inserirlo nel mio progetto NINO, sul quale prima o poi scriverò qualcosa, ho deciso di rimetterlo in funzione.

il primo approccio è stato smontarlo per vedere se semplicemente il flat del touchscreen si fosse scollegato ma purtroppo niente da fare, sembra decisamente qualcosa di più grave.

effettivamente, per usarlo come display esterno non c’è alcun bisogno di touchscreen e soprattutto questo smartphone ha una tastierina con 20 tasti, un d-pad e due tasti opzione da sfruttare ma per installare un emulatore di terminale e lanciarlo avevo necessariamente bisogno di interagire con l’interfaccia di windows mobile che a quanto pare non è affatto key-friendly.

dopo aver installato activesync ho quindi provato ad installare mymobiler che permette di gestire il dispositivo da remoto ma purtroppo windows mobile mi avvertiva premurosamente che il software è distribuito da qualcuno a lui sconosciuto, per questo avrei dovuto accettarne l’esecuzione premendo yes… sul touch screen.

provate senza successo tutte le possibili combinazioni di tasti, mi sono rassegnato ed ho cercato un software che emulasse un mouse dentro windows mobile; per tanto farlocca sembri l’idea, esiste qualcuno che ha scritto questo software così inutile per un dispositivo touch ma così indispensabile quando non funziona: si chiama virtuamouse della innovisoft, ormai abbandonato ma ancora disponibile per il download (http://www.innovisoft.com/products/virtuamouse). sono stati così gentili da avermi anche inviato una chiave di licenza gratis.

purtroppo, l’attenzione per la sicurezza di windows mobile mi ha impedito di usare anche questo software.

ho provato anche un approccio a basso livello, utilizzando ceregeditor per modificare il registro di windows mobile per disattivare la protezione ed il powertoy della microsoft “security configuration manager”, strumento fatto apposta per gestire queste impostazioni ma niente da fare, tutti richiedevano che premessi yes… sul touch screen.

dopo ore di ricerche, ho trovato “pocket controller-pro” un software commerciale (fortunatamente da la possibilità di essere provato per un tempo limitato, in fondo l’ho usato per un singolo click.) con le stesse funzioni di mymobiler che ha funzionato senza chiedere conferme e tramite il quale sono riuscito finalmente a premere lo stramaledettissimo yes.

il dispositivo purtroppo non ha wifi quindi l’unica speranza di utilizzarlo senza doverlo tenere attaccato via usb è il bluetooth; il primo passo è stato effettuare una sincronizzazione tramite activesync usando il bluetooth ed anche qua c’è stato da smanettare: nonostante nelle impostazioni bluetooth di windows xp fosse presente il servizio activesync, il dipositivo lo vedeva come servizio “serial port”, quindi niente sincronizzazione finché, dopo altre ore di ricerca, ho trovato la scheda “autorizzazione” dentro le proprietà del dispositivo (tasto destro-proprietà) ed ho potuto disattivare la richiesta di autorizzazione per la voce activesync. nonostante lo avessi già fatto nel pannello di controllo delle risorse bluetooth, è stato necessario anche disattivarla da qui per riuscire a farlo sincronizzare.

ora riesco a gestirlo da remoto, wireless, con mymobiler ed anche direttamente usando il d-pad attraverso virtuamouse.

anche questa è fatta, un altro dispositivo a fine vita salvato dal secchio dell’immondizia.